Archivi tag: gennaio

“Amedeo Modigliani, immagini di una vita”

modigliani_ritratto_di_lunia1

FRASCATI (Rm).   Per la prima volta esposta in Italia, “La Femme aux macarons“, dipinta da Amedeo Modigliani nel 1917, sarà il fulcro di una grande rassegna dedicata al maestro livornese, ospitata nelle sale delle Scuderie Aldobrandini di Frascati.

Insieme all’opera, ci saranno anche molte lettere, fotografie e documenti in gran parte inediti, raccolti dalla figlia di Modigliani, Jeanne, e poi amorevolmente conservati ed ampliati dall’attuale archivista Christian Parisot. Saranno presentate, inoltre, una serie di elaborazioni fotografiche realizzate in esclusiva da Anna Marceddu, che illustrano il percorso di Amedeo Modigliani, dalla Sardegna alla Toscana, da Venezia a Parigi, raccontando per immagini le emozioni, i segni e le tracce del complesso rapporto tra l’opera e la vita del grande maestro.

Su invito del curatore Massimo Riposati, ed in esclusiva per l’esposizione “Amedeo Modigliani, immagini di una vita”, ospitata nelle sale delle Scuderie Aldobrandini di Frascati, quattro tra i più noti artisti italiani, Baldo Diodato, Renato Mambor, Luca Maria Patella e Vettor Pisani, hanno realizzato un “Omaggio a Modigliani“, quasi una mostra nella mostra, con opere ispirate alla poetica del grande maestro italiano, realizzate conservando le proprie personali specificità e originalità artistiche.

La mostra inizierà l’8 novembre e resterà aperta fino all’11 gennaio.

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in arte, eventi, mostre, pittura

Mostra del Bellini (30-9-08 / 11-1-09)

ROMA.         Alle scuderie del Quirinale, dal 30 settembre al 11 gennaio ’09, saranno esposti settanta dipinti della produzione di Giovanni Bellini.

L’esposizione riguarda circa tre quarti delle opere del celebre pittore.

Artigiano immerso in profonda religiosità, Giovanni Bellini ha dipinto durante tutta la sua vita, rappresentando figure compiutamente legate allo spazio circostante per la morbidezza della luce, per il realismo sobrio dei personaggi, per il  gusto minuzioso per i particolari, compresi quelli botanici, con cui arriva a descrivere ogni singolo filo d’erba riconoscibile nella sua specifica identità.

L’artista veneziano muove i primi passi usando la tempera per poi arrivare, nel corso degli anni, ad un utilizzo così sapiente dell’olio da “impastare” direttamente le forme delle figure con architetture e sfondi,offrendo il primo esempio italiano di un uso moderno della tecnica allora importata dalle Fiandre. Alla fine della carriera giungerà addirittura a lavorare la superficie pittorica con le dita, per creare quelle inusitate morbidezze cromatiche che apriranno la via a Giorgione e Tiziano.

Alle Scuderie del Quirinale sono esposte non solo le famose Madonne, le tante rappresentazioni sacre e profane, tutte scelte secondo un criterio di esemplarità, genere per genere, ma, per la prima volta, alcune straordinarie pale d’altare, come quella con il Battesimo di Cristo eseguita per la chiesa della Santa Corona a Vicenza e la stupefacente Pala di Pesaro, riunita alla sua cimasa, oggi conservata ai Musei Vaticani.

La mostra è a cura di Mauro Lucco e Giovanni Carlo Federico Villa.

QUI la guida ufficiale della mostra

1 Commento

Archiviato in arte, eventi, mostre, pittura