Archivi tag: palazzo medici

La Madonna del cardellino di Raffaello è tornata

1Dopo una complessa opera di restauro durata ben otto anni, ritorna in esposizione la “Madonna del cardellino”, magnifico quadro di Raffaello che rimase seriamente danneggiato durante il crollo del 1547 di Casa Nasi, a Firenze.
La tela sarà in mostra fino al 1° marzo 2009 a Palazzo Medici-Riccardi, sede della Provincia, prima far ritorno definitivo nella Sala 26 degli Uffizi. Contenuta in una teca per proteggerla da agenti esterni, la “Madonna del cardellino” farà parte della lista di 23 opere inamovibili, stilata in base alle norme del Codice Urbani dal direttore Antonio Natali. Non sono dunque previsti spostamenti della tela in altri musei per eventuali mostre temporanee.
Raffaello dipinse la “Madonna del cardellino” agli inizi del ’500, durante gli anni in cui visse a Firenze, prima di stabilirsi Roma. Gli fu commissionato da Lorenzo Nasi, un ricco mercante suo stretto amico. Nel 1547 a causa di un terremoto la casa della famiglia Nasi, dov’era custodita la tela, crollò riducendo la tavola in 17 parti e numerosi microframmenti. Fu ricomposta probabilmente da Ridolfo del Ghirlandaio ed così rimase a meno di un paio di ridottissimi interventi effettuati qualche secolo dopo. Il delicato e complesso compiuto dall’Opificio delle Pietre Dure, è stato supportato da una lunga fase iniziale di studio volta a definire quali fossero i materiali pittorici usati da Raffaello, quali da Ridolfo del Ghirlandaio e dai successivi interventi.

Gli elementi utilizzati negli diversi interventi si sono alterati al punto da coprire del tutto la policromia raffaellesca. Un’analisi ai raggi X ha permesso invece di osservare le fratture tra i pezzi, e i numerosi chiodi utilizzati durante il primo restauro cinquecentesco per ricostruire la tavola che era andata in pezzi. Le differenze rispetto all’ultimo restauro nelle figure sono poche. Più rilevanti sono quelle relative al paesaggio come il ponte a sinistra (totalmente inventato), la torre e l’edificio cilindrico sulla destra, che nell’opera si trasformano in uno spazio aperto. Altre piccole differenze riguardano la scollatura dell’abito della Madonna e l’orecchio del San Giovanni Battista. La lunga fase di pulitura ha consentito il recupero dei colori di Raffaello fortunatamente ben protetti dalla verniciatura stesa dall’artista.

Lascia un commento

Archiviato in arte, eventi, mostre, pittura

Firenze – 6 grandi Mostre in abbonamento

5867612_e37d804d2eSei grandi mostre d’arte come dono di Natale. Un pacchetto straordinario, colmo di bellezza, cultura ed emozioni, che la Fondazione Palazzo Strozzi offre agli appassionati sotto forma di abbonamento valido per l’intero 2009 al costo super competitivo di 20 euro.
Ne da notizia il direttore James Bradburne anticipando il lancio dell’operazione in programma per la prossima settimana. Biglietto Palazzo (questo il nome dell’abbonamento) sarà comunque disponibile già da domani, sabato 6 dicembre, al box office di Palazzo Strozzi. Potrà anche essere acquistato on-line collegandosi al sito www.palazzostrozzi.org e nei punti vendita Mandragora (Bookshop di Palazzo Strozzi, Palazzo Medici Riccardi, Biblioteca Laurenziana, Opera del Duomo, Piazza del Duomo).

‘Regala un Palazzo a un amico! Tutte le mostre di Palazzo Strozzi per te!’. Questo lo slogan di ‘Biglietto Palazzo’.

Questo è invece il programma delle esposizioni al quale l’abbonamento dà accesso.
Al piano Nobile:

  • Caterina e Maria de’ Medici: donne al potere. Firenze celebra il mito di due regine di Francia (in corso fino all’8 febbraio 2009).
  • Galileo. Immagini dell’universo dall’antichità al telescopio (13 marzo – 30 agosto 2009).
  • Inganni ad arte. Meraviglie del trompe l’oeil dall’antichità al contemporaneo (16 ottobre 2009 – 24 gennaio 2010).

Al Centro di Cultura Contemporanea Strozzina:

  • Arte prezzo e valore. Arte contemporanea e mercato (in corso fino all’11 gennaio 2009).
  • Emerging Talents Award (23 gennaio – 29 marzo 2009).
  • Green platform (24 aprile -19 luglio 2009).

“Questa proposta natalizia”, aggiunge Bradburne, “è stimolante sotto molti punti di vista. Non solo è economica, ma ha anche un valore sociale perché consente a un numero sempre più vasto di persone di usufruire delle opportunità  culturali e delle attenzioni che la Fondazione Palazzo Strozzi offre ai visitatori”.

Informazioni:
tel. 055.2776461
email l.rinaldi@fondazionepalazzostrozzi.it
sito www.palazzostrozzi.org
Catòla & Partners
via degli Artisti 15B, 50132 (Fi)
Tel. 055.5522867/892.
riccardo.catola@catola.it

Lascia un commento

Archiviato in arte, Digressioni..., eventi, mostre