Archivi tag: pittura

Magritte il mistero della natura

Mistero e Natura sono le parole chiave dell’universo artistico di Renè Magritte e sono le parole che hanno guidato le scelte dei curatori della mostra.
Grazie a prestiti eccezionali del Musées Royaux des Beaux Arts de Belgique, della Fondation Magritte e di numerosi collezionisti privati, sono esposti a Palazzo Reale un centinaio di dipinti insieme ad alcune gouaches e sculture, per raccontare l’arte di René Magritte e in particolare il suo approccio al tema della natura.

Magritte affronta questa tematica partendo dai primi, e quasi sconosciuti dipinti futuristi, passando dalle immagini più oscure del periodo fra le due guerre, fino ai celeberrimi dipinti prodotti dagli anni ’50 in poi. Tra questi, si segnalano alcuni capolavori, come ‘Souvenir de voyage’ del 1961, che rappresenta una mela verde mascherata per il carnevale, o ‘L’heureux donateur’ che racchiude i motivi ricorrenti della sua visione specifica della natura, o ancora il famoso ‘L’empire des lumières’ con la casa immersa nel buio di un parco sullo sfondo di un cielo azzurro coperto da nuvole bianche.

La mostra delinea così la statura di uno dei pochi artisti del ‘900 che ha posto la natura al centro della sua ricerca, mettendola in relazione con le caratteristiche e i limiti della vita dell’uomo moderno.

I personaggi, gli interni, le nature morte dialogano con gli elementi della natura e compongono paesaggi “interpretati”,”rivisti”, con l’occhio di un lucido e spregiudicato intelletto moderno, sempre presente e sempre attento agli occhi dello spettatore, al punto che alcune delle icone di Magritte sono divenute ormai parte integrante del nostro immaginario collettivo.

INFORMAZIONI
Milano, Palazzo Reale
22 novembre – 29 marzo 2009

Per ulteriori informazioni e prenotazioni: tel. 199.199.111

Orari
Dal martedì alla domenica, dalle 9.30 alle 19.30; lunedì, dalle 14.30 alle 19.30; giovedì, dalle 9.30 alle 22.30.

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in arte, eventi, mostre, pittura

Van Gogh. Disegni e dipinti

Fino all”8 febbraio 2009 è possibile ammirare la Mostra “Van Gogh. Disegni e dipinti“, con i capolavori provenienti dal Kröller-Müller Museum, al Museo di Santa Giulia a Brescia. Un modo per scoprire il Van Gogh più segreto, intimo, quello impegnato nell’appuntare le proprie emozioni, gli scorci, i volti, tutto ciò che poi sarà espresso con la pittura.

Ovvero disegni e acquerelli che rappresentano in alcuni casi il seme più forte dei capolavori pittorici più noti (venti dei quali sono in mostra posti accanto ai disegni che li hanno preceduti, o talvolta addirittura seguiti) ma che, in molti altri casi, sono opere del tutto autonome, capolavori assoluti, pensati e realizzati attraverso la forte materia del carboncino o della matita o con le possibilità offerte dall’acquerello. Pagine bellissime della grande storia del maestro, certo non meno importanti dei suoi dipinti.

Ottantacinque opere disegnate, oltre come detto a venti quadri, la mostra dà vita ad un affascinante “diario dell’anima” che porta a conoscere, in una dimensione affatto nuova, certo meno abusata, il grande piccolo uomo che il 27 luglio del 1890 decise di chiudere la sua esistenza con un colpo di pistola.

La caratteristica della mostra è che tutte le opere provengono dal Kröller-Müller Museum di Otterlo, in Olanda. Il museo di Otterlo, unitamente al Van Gogh Museum di Amsterdam, conserva una grande parte dell’intera produzione di Van Gogh, ed è quindi occasione felicissima questa di Brescia. Ben si sa infatti come il disegno non sia mai esposto in permanenza e occorra invece attendere le rarissime occasioni legate alle mostre. Costituita soprattutto nei primi vent’anni del XX secolo da Helene Kröller-Müller, la sua raccolta vangoghiana fu seconda solo a quella appartenente ai discendenti di Vincent, e assomma circa duecento disegni e circa cento dipinti. Nel 1938 venne aperto il museo a lei intitolato nel grande parco nazionale olandese di Hoge Veluwe, a un’ora e mezza dalla capitale.

INFORMAZIONI
“Van Gogh. Disegni e dipinti”
Fino all’8 febbraio 2009
Museo di Santa Giulia
Via dei Musei, 81
25121 Brescia

Orario della mostra
Da lunedì a giovedì e domenica ore 9-19
Venerdì e sabato ore 9-20
Chiuso 24, 25, 31 dicembre 2008
1 gennaio 2009 ore 11-19

Servizio prenotazioni e informazioni – Call center
Tel +39 0422 429999
Fax +39 0422 308272

Lascia un commento

Archiviato in arte, eventi, mostre, pittura

La Giuditta di Sandro Botticelli

Dal 01/10/2008 al 14/12/2008

Ormai alla sesta edizione, anche quest’anno il Capolavoro per Milano, frutto della collaborazione tra il Museo Diocesano e Bipiemme gestioni, propone ai visitatori un’opera di un maestro assoluto della pittura rinascimentale italiana: Sandro Botticelli.

Le due tavolette, provenienti dalle collezioni Medicee e oggi agli Uffizi, si datano al 1470, in quella fase in cui Botticelli elimina progressivamente il chiaroscuro, proponendo una particolare interpretazione delle leggi prospettiche rinascimentali e cercando la definizione del movimento delle figure tramite eleganti evoluzioni dei panneggi. Così le figure, grazie alla particolare e raffinata incidenza della luce e alla ricercatezza ornamentale, appaiono come eleganti silhouette più che corpi tridimensionali, aprendo a quella svolta stilistica che caratterizzerà l’arte del maestro fiorentino nei suoi anni maturi.

_
Il tema di Giuditta è presente nell’arte italiana sin dal Medioevo, con una forte valenza simbolica. Botticelli propone una lettura fedele del testo biblico, scegliendo uno schema compositivo del tutto nuovo e articolando la narrazione in due scene distinte nelle quali cambia tono e registro linguistico: il Ritorno di Giuditta a Betulia mostra colori chiari e toni luminosi ed è attraversato da un’aria leggera e quasi leziosa al contrario dei toni bui e drammatici della Scoperta del cadavere di Oloferne.

_
Di straordinaria bellezza e intensità è il volto di Giuditta, con quella pensosa malinconia che caratterizza le opere del maestro fiorentino.


INFORMAZIONI:

Museo Diocesano
Corso di Porta Ticinese, 95
20123 Milano

Telefono e fax 02.89.42.00.19
e-mail: info@museodiocesano.it
biglietteria: info.biglietteria@museodiocesano.it

Lascia un commento

Archiviato in arte, eventi, mostre, pittura

Omaggio a De Chirico

E’ stata presentata oggi a Roma l’esposizione ‘Omaggio a De Chirico’, tributo di 50 artisti contemporanei dedicato al maestro. La mostra si terra’ presso la fondazione Giorgio e Isa De Chirico, a Piazza di Spagna, nell’appartamento in cui il pittore visse ed opero’.

L’omaggio e’ in occasione dell’anniversario dei 120 anni dalla nascita e dei 30 anni dalla morte di Giorgio De Chirico. Ad esporre artisti come Mario Ceroli, Franco Mulas, Nicola Guerraz, Enzo Cucchi, Sergio Vacchi.

Lascia un commento

Archiviato in arte, eventi, mostre, pittura

Mostra del Bellini (30-9-08 / 11-1-09)

ROMA.         Alle scuderie del Quirinale, dal 30 settembre al 11 gennaio ’09, saranno esposti settanta dipinti della produzione di Giovanni Bellini.

L’esposizione riguarda circa tre quarti delle opere del celebre pittore.

Artigiano immerso in profonda religiosità, Giovanni Bellini ha dipinto durante tutta la sua vita, rappresentando figure compiutamente legate allo spazio circostante per la morbidezza della luce, per il realismo sobrio dei personaggi, per il  gusto minuzioso per i particolari, compresi quelli botanici, con cui arriva a descrivere ogni singolo filo d’erba riconoscibile nella sua specifica identità.

L’artista veneziano muove i primi passi usando la tempera per poi arrivare, nel corso degli anni, ad un utilizzo così sapiente dell’olio da “impastare” direttamente le forme delle figure con architetture e sfondi,offrendo il primo esempio italiano di un uso moderno della tecnica allora importata dalle Fiandre. Alla fine della carriera giungerà addirittura a lavorare la superficie pittorica con le dita, per creare quelle inusitate morbidezze cromatiche che apriranno la via a Giorgione e Tiziano.

Alle Scuderie del Quirinale sono esposte non solo le famose Madonne, le tante rappresentazioni sacre e profane, tutte scelte secondo un criterio di esemplarità, genere per genere, ma, per la prima volta, alcune straordinarie pale d’altare, come quella con il Battesimo di Cristo eseguita per la chiesa della Santa Corona a Vicenza e la stupefacente Pala di Pesaro, riunita alla sua cimasa, oggi conservata ai Musei Vaticani.

La mostra è a cura di Mauro Lucco e Giovanni Carlo Federico Villa.

QUI la guida ufficiale della mostra

1 Commento

Archiviato in arte, eventi, mostre, pittura