Archivi tag: eventi

Lettura di GOMORRA a Perugia

gomorra-savianoNell’ambito delle manifestazioni di solidarietà che si stanno organizzando in tutta Italia a sostegno dello scrittore Roberto Saviano, venerdì 21 novembre, dalle 15,30 alle 19, al Teatro Morlacchi di Perugia, si svolgerà una STAFFETTA DI LETTURA di GOMORRA.

L’iniziativa curata dal Teatro Stabile dell’Umbria insieme al Liceo Classico A.Mariotti, Umbrialibri e L’Altra Libreria prevede la lettura dei brani più significativi del libro di Saviano, tutti coloro che desiderano partecipare, leggendone a turno un passo, possono iscriversi telefonando, entro il 19 novembre, al Teatro Stabile dell’Umbria Tel.075/57.54.21 (giorni feriali dal lunedì al venerdì ore 9/13,30 e 15/18).

La staffetta sarà aperta dalla Presidente della Regione Umbria Maria Rita Lorenzetti, hanno già dato la loro adesione alla lettura, Mauro Agostini, Bruno Armando, Wladimiro Boccali, Giorgio Bonamente, Fausto Cardella, Andrea Cernicchi, Michael Gregorio, Giuseppe Lepore, Filippo Maiolo, Riccardo Marioni, Marcello Migliosi, Alberto Mori, Sergio Ragni, Massimo Ricciarelli, Giorgio Rinaldi, Silvano Rometti, Annalia Sabelli, Clara Sereni, Sergio Sottani, Gianmarco Tognazzi, Giuseppe Torcolini, Mario Torelli, Vanna Ugolini, Gianfranco Zampetti.

INGRESSO LIBERO

INFO: 075 575421.

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in eventi, libri, seminari, teatro

Correggio a Parma

Punta in alto la mostra che si apre a Parma dal 20 settembre 2008 sino al 25 gennaio 2009: ripercorrere per la prima volta nella storia -su un raggio di soli 400 metri- tutto l’incanto e l’ingegno del «pittore della luce».

.

pass_correggioAntonio Allegri detto il Correggio in esposizione completa e restaurata, ad offrire giochi di prestigio a distanza ravvicinata -sarà possibile salire sino alla cupola della Cattedrale e di San Giovanni Evangelista grazie ad impalcature e ascensori- per chiarire le idee a chi, all’ombra della poco esaltante biografia del Vasari -niente Roma, niente grandezza-, smentita del resto da tutti gli storici dell’arte a partire dal settecentesco Mengs, lo consideri ancora un artista «incompiuto».

Dipinti, disegni e affreschi: 400 metri di centro storico per un’acrobazia seducente di sacro e profano. Tra ninfe e Madonne, amori di Giove e assunzioni in Cielo, illusioni di marmo e luce inventata nel colore. In un concetto di spazio e forme geniale e innovativo che verrà riconosciuto e imitato da grandi maestri del Seicento.

.
Un’unica città -caso più unico che raro rispetto alle mostre inevitabilmente itineranti dedicate ai maestri del Rinascimento- per tutti i capolavori dell’artista che si trasferì a Parma nel 1523 in una casa dei monaci benedettini nell’attuale Borgo del Correggio.

.
Dalle sale della Galleria Nazionale della Pilotta -la cui stanza ottagonale che già ospita La Madonna di San Girolamo sarà perno dell’esposizione che suddividerà le opere giovanili e della maturità in un vivace e scenografico gioco di ambienti architettonici- alla Camera della Badessa Giovanna da Piacenza nel Convento di San Paolo, con la sua volta ad ombrello trasformata in un enigmatico bersò animato da putti e personaggi mitologici.

.
Dalla cupola restaurata della Cattedrale(1526-1530) -la cui «vorticosa» Assunzione di Maria risultò talmente innovativa e audace da sconcertare i canonici, le cui critiche portarono il Correggio ad abbandonare lavori e città- alla cupola di San Giovanni Evangelista(1520-1521), in cui l’artista, raffigurando il passaggio di San Giovanni in Cielo, accolto da un Cristo che scende con movimento verticale, superò per la prima volta le barriere dello spazio architettonico. In una magia di carne e spiritualità che impasta nel colore la complessa verità dell’uomo.

.

Correggio
Parma – dal 20 settembre 2008 al 25 gennaio 2009
Galleria Nazionale, Camera di San Paolo, Cattedrale, Chiesa di San Giovanni
www.mostracorreggioparma.it
info: 0521/503389 mostracorreggioparma@spsadpr.it

Lascia un commento

Archiviato in arte, eventi, mostre, pittura

Beppe Grillo torna in Delirio!

beppegrilloRitorna Beppe Grillo con un nuovo spettacolo dal titolo Delirio. Si tratta purtroppo di poche date concentrate fra Milano e dintorni.

Direttamente dal suo blog personale un estratto dei temi roventi su cui si concentrerà:

I nostri dipendenti in Parlamento sono dentro un manicomio. Tra di loro si capiscono, ma non sanno più cos’è la realtà. Il futuro sono le centrali nucleari, gli inceneritori, i parcheggi, i ponti sugli stretti, il tunnel in Val di Susa, il digitale terrestre e la magistratura al guinzaglio. Sono deliri alla veltrusconi. Dipendiamo dall’estero per i beni alimentari e asfaltiamo i campi di grano. Abbiamo uno dei più grandi debiti pubblici del mondo e regaliamo cinque miliardi di euro alla Libia. La Russia minaccia ritorsioni nucleari per la Georgia e le basi atomiche americane con 90 testate nucleari le abbiamo noi in Italia. I pazzi non sanno di esserlo e credono che i veri pazzi siano i sani di mente. Fuori dal delirio, dentro la realtà.

Insomma, ci sono tutti i presupposti per uno spettacolo imperdibile per riflettere sui gravi problemi del Paese con un amaro sorriso sulla bocca.

Nelle piazze di:

Mantova – 6 novembre
Bellinzona9 novembre
Cantù10 novembre
Busto Arsizio11 novembre

Al DatchForum di Assago:

giovedì 13 novembre 2008 e venerdì 23 gennaio 2009

Lascia un commento

Archiviato in arte, eventi, teatro

“Amedeo Modigliani, immagini di una vita”

modigliani_ritratto_di_lunia1

FRASCATI (Rm).   Per la prima volta esposta in Italia, “La Femme aux macarons“, dipinta da Amedeo Modigliani nel 1917, sarà il fulcro di una grande rassegna dedicata al maestro livornese, ospitata nelle sale delle Scuderie Aldobrandini di Frascati.

Insieme all’opera, ci saranno anche molte lettere, fotografie e documenti in gran parte inediti, raccolti dalla figlia di Modigliani, Jeanne, e poi amorevolmente conservati ed ampliati dall’attuale archivista Christian Parisot. Saranno presentate, inoltre, una serie di elaborazioni fotografiche realizzate in esclusiva da Anna Marceddu, che illustrano il percorso di Amedeo Modigliani, dalla Sardegna alla Toscana, da Venezia a Parigi, raccontando per immagini le emozioni, i segni e le tracce del complesso rapporto tra l’opera e la vita del grande maestro.

Su invito del curatore Massimo Riposati, ed in esclusiva per l’esposizione “Amedeo Modigliani, immagini di una vita”, ospitata nelle sale delle Scuderie Aldobrandini di Frascati, quattro tra i più noti artisti italiani, Baldo Diodato, Renato Mambor, Luca Maria Patella e Vettor Pisani, hanno realizzato un “Omaggio a Modigliani“, quasi una mostra nella mostra, con opere ispirate alla poetica del grande maestro italiano, realizzate conservando le proprie personali specificità e originalità artistiche.

La mostra inizierà l’8 novembre e resterà aperta fino all’11 gennaio.

Lascia un commento

Archiviato in arte, eventi, mostre, pittura

Mostra del Bellini (30-9-08 / 11-1-09)

ROMA.         Alle scuderie del Quirinale, dal 30 settembre al 11 gennaio ’09, saranno esposti settanta dipinti della produzione di Giovanni Bellini.

L’esposizione riguarda circa tre quarti delle opere del celebre pittore.

Artigiano immerso in profonda religiosità, Giovanni Bellini ha dipinto durante tutta la sua vita, rappresentando figure compiutamente legate allo spazio circostante per la morbidezza della luce, per il realismo sobrio dei personaggi, per il  gusto minuzioso per i particolari, compresi quelli botanici, con cui arriva a descrivere ogni singolo filo d’erba riconoscibile nella sua specifica identità.

L’artista veneziano muove i primi passi usando la tempera per poi arrivare, nel corso degli anni, ad un utilizzo così sapiente dell’olio da “impastare” direttamente le forme delle figure con architetture e sfondi,offrendo il primo esempio italiano di un uso moderno della tecnica allora importata dalle Fiandre. Alla fine della carriera giungerà addirittura a lavorare la superficie pittorica con le dita, per creare quelle inusitate morbidezze cromatiche che apriranno la via a Giorgione e Tiziano.

Alle Scuderie del Quirinale sono esposte non solo le famose Madonne, le tante rappresentazioni sacre e profane, tutte scelte secondo un criterio di esemplarità, genere per genere, ma, per la prima volta, alcune straordinarie pale d’altare, come quella con il Battesimo di Cristo eseguita per la chiesa della Santa Corona a Vicenza e la stupefacente Pala di Pesaro, riunita alla sua cimasa, oggi conservata ai Musei Vaticani.

La mostra è a cura di Mauro Lucco e Giovanni Carlo Federico Villa.

QUI la guida ufficiale della mostra

1 Commento

Archiviato in arte, eventi, mostre, pittura